Festa di Maria SS. della Libera

Dopo i riti della Settimana Santa, la Città di Maiori, il Lunedì in Albis festeggerà la Madonna della Libera, venerata nell’omonima Chiesa in Via Nuova Chiunzi, nel rione Casa Imperato. E’ una festa molto sentita da tutta la cittadinanza e nel giorno della “Pasquetta” molti maioresi rendono omaggio alla Vergine della Libera affollando la piccola Chiesetta nelle varie funzioni. Il giovane Comitato Festa “Maria SS. della Libera” composto da Marcello Crivelli, Aldo Buonocore e Salvatore Cascetta, in accordo con la Parrocchia di S. Maria a Mare, ha stilato un ricco programma di celebrazioni che prenderà il via Lunedì 15 aprile, Lunedì Santo, con il rito della Via Matris lungo la stradina che conduce alla Chiesa e la S. Messa. Giovedì 18 aprile, Giovedì Santo “in Coena Domini”, alle 18 verranno celebrati i Vespri Solenni e l’Adorazione libera presso l’Altare della Reposizione (Sepolcro) fino alle 21.30.

Venerdì 19 aprile, Venerdì Santo, alle 16.30 verrà fatta memoria della Passione di Gesù, mentre in serata il Corteo dei Battenti farà sosta nella piccola Chiesa.

Domenica 21 Aprile, Pasqua di Resurrezione e Vigilia della Festa, alle 18.30 il Rito del Lucernario e l’Annuncio della Festa è sarà solennemente esposta la Venerata Statua della Madonna della Libera, con processione sul Sagrato della Chiesa, alla quale seguirà il canto dei Vespri Solenni di Pasqua.

Lunedì 22 Aprile, giorno della Festa, nella Chiesa omonima saranno celebrate le S. Messe alle 8 – 9 – 10 – 11. Nel pomeriggio, dopo la S. Messa Solenne delle 18.30, si svolgerà la Processione con la Venerata Statua lungo Via N. Chiunzi, Lungomare Amendola, Corso Reginna e Via Tenente Confalone, accompagnata dalle festanti note del Premiato Concerto Bandistico “Città di Minori” e dai fuochi d’artificio. Al rientro in Chiesa vi sarà il canto del Magnificat e l’esecuzione di marce sinfoniche a cura della Banda musicale.

Lunedì 29 Aprile, Ottava della Festa, alle 18.30 sarà celebrata la S. Messa Solenne con processione sul Sagrato e il canto del Te Deum a chiusura dei Festeggiamenti.