Maiori festeggia S. Maria a Mare, Patrona della Città

L’8 novembre scorso, con l’inizio del Solenne Novenario, hanno preso il via i festeggiamenti per il Patrocinio di S. Maria a Mare, patrona eccellentissima della città di Maiori. Quest’anno la Festa assume un carattere particolare visto che Maiori sta vivendo un particolare Anno Straordinario Mariano dedicato a S. Maria a Mare in occasione del 250° Anniversario dell’Incoronazione (1769 – 13 Agosto – 2019). A tal proposito, la Santa Sede ha concesso ai fedeli che verranno in pellegrinaggio presso la Collegiata Santuario, l’Indulgenza Plenaria da ottenere alle solite condizioni.

La ricorrenza della terza domenica di novembre è festa tutta maiorese, che ogni anno, riesce a suscitare nel cuore dei fedeli un’intensa emozione e profonda venerazione, per colei che ha operato tante grazie e tanti benefici per la sua città. Questa festa, ricorda l’intercessione della Vergine Santissima, in due grandi alluvioni: una il 9 novembre 1735 e l’altra l’11 novembre 1773; ma nel cuore dei maioresi è una festa molto sentita, anche perché fa da preludio al S. Natale, con il caratteristico clima natalizio che si crea per le strade del paese.

I festeggiamenti entreranno nel vivo, Sabato 16 Novembre, vigilia della festa, quando alle ore 10.00 verrà esposta alla pubblica venerazione la statua della Madonna; alle 10.30, seguirà la S. Messa. A sera, le strade del Paese, saranno invase dal dolce suono delle “Zampogne e delle Ciaramelle Symphonia” che annunceranno l’arrivo del Natale; mentre, alle ore 18.00, in Collegiata, vi sarà il Rito del Lucernario, l’Annuncio della Festa e i Primi Vespri Solenni, seguiti alle ore 19.30 dal S. Rosario meditato per la Pace nel Mondo.

Alle 19, in Piazza R. D’Amato il Comitato Festa offrirà un piccolo omaggio di dolci tipici natalizi.

Domenica 17 Novembre, giorno della FESTA DEL PATROCINIO DI S. MARIA A MARE, l’intera città sarà svegliata alle ore 5.00 dal suono festoso delle campane, dallo sparo incessante di mortaretti e fuochi d’artificio, e dalla dolce e struggente musica della “Pastorale natalizia” eseguita dal Premiato Concerto Bandistico “Città di Minori”, il quale allieterà anche l’intera mattinata e accompagnerà la processione. Alle ore 6.00, in Collegiata, sarà celebrata la S. Messa Pontificale in “Tono Pastorale” presieduta da S. E. Mons. Orazio Soricelli, Arcivescovo di Amalfi – Cava dè Tirreni, che aprirà la giornata festiva. Seguiranno altre S. Messe alle ore 7 – 8 – 9 – 10. Alle ore 11.00 si svolgerà la Solenne Processione con la statua della Madonna per le vie cittadine, la quale, come sempre, si concluderà con la tradizionale corsa, lungo i 127 gradini che separano Piazza R. D’Amato dalla Collegiata, e che sarà arricchita dalla presenza di Arciconfraternite e Congreghe dell’Arcidiocesi. A sera, alle ore 17.30 in Piazza R. D’Amato verrà accolto S. E. Rev.ma Mons. Andrea Bellandi, Arcivescovo Metropolita di Salerno – Campagna – Acerno, il quale presiederà il Solenne Pontificale alle ore 18.00, animato dal Coro Polifonico della Collegiata “Ave Maris Stella”. A seguire, la processione della Venerata Statua della Madonna sul Sagrato e la reposizione.

La presenza del nuovo Arcivescovo Metropolita di Salerno – Campagna – Acerno ha un valore storico, in quanto la Statua lignea di S. Maria a Mare, il 15 Agosto 1804 fu incoronata una seconda volta con corone d’oro realizzate a spese dei maioresi proprio dall’allora Arcivescovo di Salerno Mons. Salvatore Spinelli, visto che la sede vescovile di Amalfi era vacante. La seconda incoronazione fu effettuata perché le corone d’oro con cui fu incoronata la Statua nel 1769 furono vittima di un furto sacrilego. Alle ore 20.15, sulla foce del torrente Reghinna Major si terrà il tradizionale spettacolo di fuochi d’artificio, a cura della rinomata Ditta “Cav. Giovanni Boccia e Luigi Nappi” da Palma Campania (NA) che chiuderà i festeggiamenti.