Maiori in festa per S. Maria a Mare, Patrona della Città

Una festa ridotta a causa del Covid, ma ugualmente vissuta con profonda fede e devozione

Anche quest’anno, Maiori sta vivendo intensamente la Festa Patronale in onore della sua Patrona, S. Maria a Mare. La Festa di quest’anno si svolge all’insegna delle restrizioni dovute alla pandemia da Covid-19 e vedrà drasticamente ridotte soprattutto le manifestazioni esterne, onde evitare assembramenti. Il tutto è iniziato il 15 luglio scorso, quando alle 6.30 il suono festoso delle campane e lo sparo dei fuochi d’artificio i quali hanno annunciato l’inizio del “Mese della Madonna”, che si caratterizza per la celebrazione della S. Messa alle ore 7 del mattino, e al pomeriggio con il canto del Rosario Popolare, fino al 14 agosto. Quest’anno eccezionalmente, sin dall’inizio del Mese in preparazione alla Festa è stata esposta l’antica e miracolosa Statua lignea di S. Maria a Mare. Il giorno 4 Agosto è stato ricordato il 526° Anniversario della miracolosa traslazione della Statua lignea di S. Maria a Mare dall’Altare laterale all’Altare Maggiore, avvenuta nel 1494; nelle varie celebrazioni eucaristiche è stato ricordato il miracoloso evento attraverso la lettura di atti storici, i quali descrivono con dovizia di particolari, come quel 4 Agosto sera, la Chiesa era avvolta da una luce abbagliante, come se ci fosse un enorme incendio e di come la Venerata Statua fu ritrovata sull’Altare maggiore senza che nessuno la spostasse manualmente; inoltre, a sera, con il canto del Te Deum si è ringraziato il Signore per tale avvenimento. Il 5 agosto, con l’alzata del Quadro al Corso Reginna in forma privata al mattino presto e senza alcun gesto di folclore, ha avuto inizio il Solenne Novenario.

Questa devozione va avanti da più di ottocento anni, e ininterrottamente, il 15 agosto di ogni anno, la Collegiata Santuario di S. Maria a Mare è stracolma di persone, provenienti non solo da Maiori, ma dall’intera Costiera Amalfitana, vogliose di rendere omaggio alla Vergine.

Il programma dei Festeggiamenti è comunque ricco di appuntamenti Da notare infatti, il giorno 13 agosto (251° anniversario dell’incoronazione della statua lignea di S. Maria a Mare) alle 7 e 9 le celebrazioni delle S. Messe e alle ore 19.30, la S. Messa Solenne, la recita della Supplica e la reposizione dell’antica Statua sul trono. Il giorno 14 agosto, già dalla S. Messa mattutina delle ore 7 con la quale si chiude il mese mariano, sarà esposta sull’altare maggiore la Venerata Statua della Madonna. A sera, alle 18 il Rosario popolare con la partecipazione di tutti i gruppi e alle 19.30 il Rito del Lucernario e la S. Messa. Il giorno 15 agosto, alle ore 5.00 il suono festoso delle campane, annuncerà il giorno festivo e in Collegiata, dalle 6 alle 12 verranno celebrate S. Messe ogni ora. A sera, altre S. Messe alle 17 e alle 18, mentre alle ore 19.30, Solenne Pontificale presieduto da Mons. Orazio Soricelli, Arcivescovo di Amalfi – Cava de’ Tirreni.

I Festeggiamenti proseguiranno anche il 16 agosto, giorno in cui Maiori onora S. Rocco: le Ss. Messe in Collegiata con la Statua di S. Rocco esposta, alle 8.30, 10.30 e 19.00.

Per quanto riguarda il programma civile, il Comitato Festeggiamenti Civili “S. Maria a Mare” ha ben pensato di dare solo alcuni segni esteriori che danno il senso della Festa. Tra questi le luminarie solo al Monumento di S. Maria a Mare, “l’arcata maggiore” al Corso Reginna e sul Sagrato della Collegiata. Il giorno 15 agosto, il Premiato Concerto Bandistico “Città di Minori” girerà per le vie cittadine per creare un’atmosfera di festa, nel pieno rispetto delle normative vigenti.

Nei giorni giorni festivi del 13, 14, 15 e 16 Agosto, alle ore 19.00 prenderà il via la diretta via web su Il Vescovado (www.ilvescovado.it) e sulle Pagine Facebook Parrocchia S. Maria a Mare Maiori e Comitato Festeggiamenti Civili “S. Maria a Mare – Maiori delle varie celebrazioni in programma; questa iniziativa promossa dal Comitato Festa, è realizzata per tutti i maioresi fuori dalla loro città e desiderosi di stringersi in qualche modo ai Festeggiamenti della loro Patrona.

Si raccomanda il pieno rispetto da parte di ognuno delle normative vigenti in merito al distanziamento sociale e all’uso della mascherina in Chiesa. Si ricorda che la Collegiata ha a disposizione N. 115 posti per ogni celebrazione e si invitano i fedeli a distribuirsi equamente nelle svariate celebrazioni.